Lotto – Una Soluzione “Radicale”

agosto 2, 2013 | 0 Commenti

Vogliamo regalare agli utenti che ci seguono con sempre maggiori consensi, una tecnica di previsione molto facile da applicare e che fornisce risultati davvero interessanti. Alla base del procedimento vi sono le quartine radicali che sono 8 gruppi di 4 numeri cadauno. Questi gruppi hanno la particolarità:

  • Di essere costituiti da 4 numeri che hanno la medesima “radice” numerica
  • Di essere formati da un numeretto, un gemello, uno zerato  ed un numero in cadenza 9

Per quanti non conoscessero le 8 quartine radicali le proponiamo nella tabella che segue:

lotto-quartine radicali-metodi quartine radicali-uso dei radicali lotto

Oltre alle caratteristiche sopra enunciate, noi abbiamo diviso gli ambi che si possono formare con queste quartine, anche in un altro modo, che è quello alla base della tecnica, ovvero secondo la loro distanza ciclometrica. Ecco la tabella di classificazione:

lotto-quartine radicali-metodi quartine radicali-uso dei radicali lotto

Il procedimento prende le mosse dall’uscita di un ambo appartenente ad una delle quartine radicali. Quando esso si presenta, si prenderanno in esame gli estratti in posizione isotopa delle altre ruote per verificare se esiste la condizione base che permetterà il ricavo della previsione. Chiariamo il tutto con un esempio:

Estrazione del 2 Aprile 2013

lotto-soluzione-radicale_3

Abbiamo evidenziato in rosso l’ambo 4-49 che appartiene alla quartina radicale 4-40-44-49, mentre in giallo sono indicati i numeri estratti in forma isotopa (come 1° o 2° estratto) che appartengono alle altre quartine. Ora, osservando la tabella delle distanze, dovremo verificare se uno dei numeri isotopi “si abbina” con un altro elemento formando un ambo della medesima distanza di 4-49 (che ha distanza 45). Consultando la tabella vediamo che l’unico fra i 5 numeri individuati che possa rispondere a questo requisito è il numero 5 che abbinandosi al 50 determina la stessa distanza 45 dell’ambo 4-49. Pertanto, si determina la prima previsione possibile che si identifica con l’ambata 50 in gioco su Milano. Dopo solo 2 estrazioni, il 6 aprile, il 50 si presenta come previsto. In pratica si tratta dell’elemento che chiude una coppia di ambi di eguale distanza (in questo caso 45) secondo i concetti della ciclometria classica. Ma non solo. La chiusura ci dice che, molto probabilmente l’ambo 5-50 lo vedremo uscire su tutte nel giro di 15-20 estrazioni. Cosa che, puntualmente avviene, 12 estrazioni dopo la “chiusura” della struttura, in data 4 maggio quando 5-50 viene estratto a Napoli !

Fin qui stiamo parlando, è bene sottolinearlo, di un numero secco per ambata a ruota fissa e di un solo ambo in gioco a tutte. Penso che meglio di così …. sia difficile ottenere. Esiste anche una variante che aumenta le formazioni in gioco e rafforza notevolmente le percentuali (già alte) di esito positivo e che amplia il gioco su due ruote. Ma ne parleremo un’altra volta. Facciamo un secondo esempio per chiarire ancora meglio il procedimento, stavolta riportando solo le ruote dove compaiono i numeri appartenenti alle quartine radicali:

Estrazione del 6 Aprile 2013

lotto-quartine radicali-metodi quartine radicali-uso dei radicali lotto

Su Roma viene estratto l’ambo 80-88 che appartiene alla quartina radicale 8-80-88-89 e su Torino l’11 isotopo come 3° estratto. La distanza dell’ambo 80-88 è pari ad 8. Consultiamo la tabella e a tale distanza rileviamo il numero 11 abbinato al 19 che rappresenta la nostra ambata da mettere in gioco a Torino. Stavolta ci fa penare un poco perché si sfalda solo al 22° colpo (4 colpi oltre il ciclo teorico di sortita (18 estrazioni), ma il gioco di ambo a tutte ci premia dopo 16 estrazioni con l’uscita di 11-19 su Firenze.


Altro Esempio:

Estrazione del 30 Aprile 2013

lotto-quartine radicali-metodi quartine radicali-uso dei radicali lotto

Su Bari viene estratto l’ambo 6-69 che appartiene alla quartina radicale 6-60-66-69 e, contemporaneamente, su Firenze e Ruota Nazionale il 29 isotopo come 1° estratto. La distanza dell’ambo 6-69 è pari ad 27. Consultiamo la tabella e a tale distanza rileviamo il numero 29 abbinato al 2 che rappresenta la nostra ambata da mettere in gioco a Firenze e Ruota Nazionale. Dopo solo e estrazioni esce il 2 sulla ruota di Firenze. Sulla Ruota Nazionale, invece il 2 compare dopo solo 33 estrazioni abbinandosi (sarà un segnale ?) al numero 69. Il gioco di ambo a tutte ci premia dopo 23 estrazioni con l’uscita di 2-29 su Torino.

Concludiamo con quest’altro esempio tratto dalla medesima estrazione:

Estrazione del 30 Aprile 2013

lotto-quartine radicali-metodi quartine radicali-uso dei radicali lotto

Su Genova viene estratto l’ambo 3-39 che appartiene alla quartina radicale 3-30-33-39 mentre su Palermo compare il 60 isotopo come 4° estratto. La distanza dell’ambo 3-39  è pari a 36. Consultiamo la tabella e a tale distanza rileviamo il numero 60 abbinato al 6 che rappresenta la nostra ambata da mettere in gioco a Palermo. Stavolta è il gioco di ambo secco a tutto a presentarsi per primo: dopo solo 8 estrazioni 6-60 esce proprio sulla ruota di Genova. L’ambata 6, invece, si presenta a Palermo al 12° colpo.


Due parole per concludere. Questo tipo di gioco non si presta all’utilizzo di quanti “pretendono” di vincere in pochi colpi. E’ un gioco in cui bisogna saper “preparare” la previsione e, se del caso, anche attendere prima di metterla in gioco. Ma è un gioco “tremendamente efficace” visto che da una analisi che abbiamo esteso agli ultimi 3 anni di estrazioni abbiamo rilevato quasi il 90% di sfaldamento nei limiti di 25 colpi di gioco per ambata e per ambo.

In pratica si può preparare il gioco e aspettare 7/8 prima di attaccare la previsione. Ovviamente se dovesse uscire … restereste con le pive nel sacco ! Magari un gioco equilibrato e calibrato con una adeguata progressione potrebbe, invece, risultare sicuramente remunerativo.

Category: Tecniche di previsione - Lotto

Lascia una risposta