Le corrispondenze simmetriche – Parte Quarta

maggio 15, 2013 | 0 Commenti

Concludiamo, con questo quarto intervento, le tecniche ispirate alla  “Tabella delle corrispondenze simmetriche” nei giorni scorsi da noi pubblicata. Tale tabella si è rivelata una vera e propria miniera di preziose indicazioni che ci ha consentito di formulare delle attendibili previsioni. Anche in questo caso la tabella ci verrà in aiuto in maniera determinante. Ma prima di passare al metodo vero e proprio, viste anche le richieste degli utenti, riproponiamo questa “magica” tavola (che di magico ha veramente poco visto che è frutto di lunghi studi fondati su solide basi ciclometriche):

lotto-le-corrispondenze-simmetriche

Il procedimento che spieghiamo in questo nostro incontro, è di semplicissima applicazione e sfrutta il Valore decine-unità come elemento fisso di aggregazione. Vediamo come regolarci e quando applicare la tecnica mediante degli esempi.

ESTRAZIONE DEL 4/2/2004

Si rileva sulla ruota di Cagliari la presenza della coppia 75-90 (1° e 2° estratto) e su Palermo della coppia 30-3 (1° e 2° estratto). Si evidenzia la presenza della coppia di numeri 30-90 appartenenti alla terzina simmetrica 30-60-90.

Tanto per cominciare, il numero capogioco della previsione, è l’elemento mancante della terzina, vale a dire il numero 60. A questo punto osserveremo nella Tabella delle corrispondenze simmetriche qual è il Valore decine-unità corrispondente che costituirà il primo numero da abbinare per ambo. Nel nostro caso tale valore è il numero 18.

Ora sommeremo tale valore ai due numeri “estranei” alla terzina, ovvero 75 e 3:

75+18 = 93-90 = 3                            3+18 = 21

Abbiamo finito ! La previsione finale era composta dall’ambata 60 e dai tre ambi secchi 60-18 / 60-3 / 60-21 in gioco su Cagliari, Palermo e tutte. Esito: al 5° colpo ambata 60 ed ambo secco 60-21 su Cagliari (ruota principale), ambo secco 60-18 su Roma (tutte), al 6° colpo doppio ambo secco 60-3 su Bari e Venezia (tutte) !

Un risultato clamoroso con la sortita di tutti e tre gli ambi !

 Dalla medesima estrazione si rilevavano altre due possibilità di gioco sempre legate alla terzina 30-60-90. Vediamo quali:

  • Tra la coppia di Firenze 90-6 (1° e 2° estratto) e la coppia di Palermo 30-3 (1° e 2° estratto), situazione che generava la previsione formata dall’ambata 60 e dagli ambi secchi 60-18 / 60-3 (75+18 = 93-90 = 3) / 60-24 (6+18 = 24) i cui esiti erano la sortita, dopo solo 2 colpi, dell’ambata 60 su Firenze, dell’ambo secco 60-18 su Roma dopo 5 colpi e del doppio ambo secco 60-3 su Bari e Venezia
  • Tra la coppia 54-90 di Roma (1° e 2° estratto) e la coppia di Palermo 30-3 (1° e 2° estratto), situazione che generava la previsione formata dall’ambata 60 e dagli ambi secchi 60-18 / 60-21 (3+18 = 21) / 60-72 (54+18 = 72), i cui esiti erano quello anticipato dell’ambo secco 60-72 presente su Genova (tutte) nella medesima estrazione del 4/2/2004, dell’ambo secco 60-21 su Cagliari (tutte) e dell’ambo secco 60-18 su Roma (tutte) dopo 5 colpi di gioco.

Ma non si pensi che il procedimento funziona solo con la terzina 30-60-90 !!! Eccovene la prova:

ESTRAZIONE DEL 4/2/2004

Si rileva sulla ruota di Milano la presenza della coppia 88-44 (1° e 5° estratto) e su Roma della coppia 54-28 (1° e 5° estratto). Si evidenzia la presenza della coppia di numeri 28-88 appartenenti alla terzina simmetrica 28-58-88.

Il numero capogioco della previsione, è  il numero 58. A questo punto osserveremo nella Tabella delle corrispondenze simmetriche qual è il Valore decine-unità corrispondente che costituirà il primo numero da abbinare per ambo. Nel nostro caso tale valore è il numero 39. Ora sommeremo tale valore ai due numeri “estranei” alla terzina, ovvero 44 e 54:

44+39 = 83                          54+39 = 93-90 = 3

La previsione finale era composta dall’ambata 58 e dai tre ambi secchi 58-39 / 58-83 / 58-3 in gioco su Milano, Roma e tutte. Esito: al 3° colpo ambata 58 ed ambo secco 58-39 su Roma (ruota principale) !!

Questo procedimento consente, non di rado, di centrare la vincita dell’ambo secco a ruota fissa. Vi invitiamo, pertanto, a non sottovalutarlo, anche in considerazione che, pur puntano un solo euro per ambo e dovendone giocare 3 per due ruote (spesa complessiva di 6 euro) consente una speculazione non indifferente. Ovviamente il gioco di ambo a tutte va fatto per recupero della spesa, mentre il gioco dell’ambata, può essere seguito al limite delle 9 estrazioni (ciclo teorico di sortita di un numero su due ruote).

Category: Tecniche di previsione - Lotto

Lascia una risposta