Il Codice Fabarri – Parte Quarta

aprile 17, 2013 | 0 Commenti

Siamo solo agli inizi della spiegazione del “Codice Fabarri” e già da più parti, gli utenti mi segnalano di averlo applicato, sia pur nella sua primitiva ed elementare evoluzione, ottenendo le prime vincite. Vedrete, man mano che andremo avanti, come diventerà sempre più semplice ed immediata l’applicazione delle varianti di gioco ed imparerete ad applicarlo costantemente e con profitto. Riprendiamo l’estrazione del 13 dicembre 2012, i cui estratti generavano ben 3 possibili previsioni per il codice:

codice-fabarri-tecniche di previsione-lotto

Si evidenziavano due somme 91 (Cagliari 62 + Firenze 29 e Torino 9 + Ruota Nazionale 82) ed una somma 90 (Bari 1 + Milano 89) che, come detto, sono ritenute utili per il gioco. Soffermiamo, stavolta, la nostra attenzione sui 5 ambi unti di ciascuna delle due ruote della seconda previsione ottenibile, quella relativa alle ruote di Bari e Milano (ricordiamo che, in ciclometria, viene considerato ambo unito anche quello formato dal 5° e dal 1° estratto):

codice-fabarri-tecniche di previsione-lotto

Di seguito, ecco  il calcolo, per ciascuna coppia di ambi (1° e 2°, 2° e 3°, … 5° e 1°) del valore integrativo della somma al fisso 91, della distanza al fisso 45 ed, infine, lo sviluppo del relativo ambo di proiezione mediante la semplice operazione (somma + distanza) /2 per ricavare il primo elemento, mentre il secondo viene dato dalla integrazione alla somma:

codice-fabarri-tecniche di previsione-lotto

Ora consideriamo i valori integrativi a 91 di ciascuna coppia di ambi secondo la disposizione per posizione che abbiamo individuato. Sommando tra loro i valori integrativi otteniamo la previsione composta dalla prima cinquina, mentre la seconda sarà formata dai corrispondenti diametrali.

Nel caso che abbiamo portato ad esempio avremmo ricavato la seguente previsione:

codice-fabarri-tecniche di previsione-lotto

Dopo solo 3 estrazioni, in data 20 dicembre 2012, ecco uscire a Bari l’ambo 43-36 della cinquina principale. Quello che è importante, ai fini dell’esito positivo della previsione, come sempre quando si parla di previsioni ciclometriche, è che non si siano registrati sfaldamenti anticipati. Ovvero che nelle 6-8 estrazioni precedenti a quella di calcolo e sviluppo della previsione, non sia uscito almeno un ambo appartenente ad ognuna delle due cinquine.

Concludiamo con una annotazione statistica: dalle migliaia di prove effettuate sembrano rispondere con maggiori frequenze, gli ambi combinati per posizione. Spieghiamo meglio:

codice-fabarri-tecniche di previsione-lotto

In pratica, manifestano una maggiore tendenza a sortire gli ambi che sono determinati dagli accoppiamenti tra 1° e 3° numero, 3° e 5° numero, 1° e 5° numero e 2° e 4° numero. Nel nostro caso:

36-43     43-85     36-85     57-59     per la prima cinquina

81-88     88-40     81-40     12-14     per la seconda cinquina

Ciò ridurrebbe, con evidenti vantaggi di resa, il gioco ad 8 ambi su due ruote con il vantaggio di centrare il premio pieno dell’ambo secco (250 volte la posta) contro il solo moltiplicatore dell’ambo in cinquina (che ricordiamo è pari a 25). Va giusto evidenziato che, nel caso esposto, si è sfaldato proprio l’ambo 36-43 determinato dall’accoppiamento tra il 1° ed il 3° numero.

Continua.

Category: Tecniche di previsione - Lotto

Lascia una risposta