I Quadrati perfetti

dicembre 5, 2013 | 0 Commenti

Tutte le geometrie e le armonie che disegnano, settimana dopo settimana, gli estratti del lotto sono belle ed appariscenti a vedersi ma se non trovano un preciso e fondato riscontro scientifico sono inutilizzabili a fini previsionali. Fatta questa doverosa premessa vogliamo rendere nota ai nostri utenti la teoria dei “Quadrati perfetti” che avemmo modo di divulgare per la prima volta circa 10 anni fa sulle pagine della “Settimana del Lotto”.

Prima di iniziarne l’esposizione andiamo a chiarire alcuni concetti fondamentali.

  1. Un quadrilatero (quadrato, rettangolo, rombo o trapezio esso sia) per essere scientificamente e ciclometricamente utilizzabile a fini previsionali deve avere come somma risultante dalla distanza dei lati il valore 90
  2. Secondo quanto enunciato sopra, ne discende che la figura geometricamente perfetta del quadrato non esiste. Infatti ogni lato dovrebbe avere una distanza pari a 90:4 = 22,5 valore che sappiamo perfettamente non esistere in ciclometria in quanto decimale.

Di fronte a questo secondo scoglio si è “arenato” il fior fiore degli studiosi di ciclometria. Noi per primi, facendo tesoro degli insegnamenti Fabarriani (“la somma media delle distanze di due ambi è 45,5 arrotondata a 46”), ipotizzammo che in una figura quadratica la distanza potesse oscillare tra i valori 22 e 23 (arrotondando in pratica per difetto e per eccesso quello 0,5 decimale).

Partimmo dal numero 1 alternando la distanza 22 e poi la 23 e, come per magia, si composero 45 quartine dalle incredibili capacità simmetriche e ciclometriche. Osservate la figura:

quadrati-perfetti-lotto_1

Come vedete si tratta di una figura quadratica dotata di grande armonia. Anzitutto compaiono due ambi diametrali: 1-46 e 23-68. Non solo. La figura è scomponibile in due triangoli (1-23-68 e 23-46-68) che hanno entrambi la medesima particolarità del quadrilatero, ovvero la somma delle distanze dei lati eguale a 90.

Per una immediatezza nella consultazione e nella ricerca delle formazioni elenchiamo, di seguito, le 45 quartine complete:

quadrati-perfetti-lotto

Cominciamo a vedere come e perché queste 45 quartine hanno una notevole valenza a fini previsionali. Anzitutto spesso e volentieri sono propedeutiche alla sortita di ambi diametrali determinati. Inoltre producono abbinamenti frequenti con elementi che sono equidistanti, in base alla distanza dei lati, dalle somme comuni prodotte. Importante, in questa teoria, è anche la posizione in cui vengono sorteggiati gli estratti. Come vedremo da alcuni esempi riportati in seguito, il vincolo di isotopia (estrazione di elementi al medesimo posto) o di geometricità della conformazione estrazionale aiutano, e non poco, per il raggiungimento di esiti positivi.

La teoria dei “Quadrati perfetti” nel suo sviluppo completo sarà oggetto di un fascicolo che troverete presto nella sezione delle nostre pubblicazioni. In questo articolo ve ne diamo “un assaggio” che vi permetterà di comprenderne le enormi potenzialità. Eccoci a degli esempi che vi indicheranno come procedere.

Estrazione del 5 Marzo 2013

Viene estratto sulla Ruota Nazionale l’ambo 84-61 (come 1° e 5° estratto). Scorrendo la tabella vediamo che appartiene alla quartina 39-61-84-16. Dobbiamo rilevare almeno uno dei due altri elementi (quelli in rosso) su un’altra ruota, possibilmente in posizione isotopa o in posizione simmetrica (per capirci in questo caso sarebbe come 3° estratto). Scorrendo gli estratti scopriamo che il 16 è il 3° estratto di Cagliari, mentre il 39 è presente sia a Genova come 1° estratto che a Napoli come 3° estratto.

La condizione, pertanto, è rispettata non una ma ben 3 volte ! In casi simili l’esito positivo è pressoché scontato come vedremo. Ebbene, al verificarsi della condizione, avremo una altissima probabilità che si manifesti, sulle ruote interessate dalla rilevazione o comunque su tutte, un ambo formato dalle somme comuni prodotte dalla quartina. Le rileveremo mediante la classica quadratura ciclometrica:

quadrati-perfetti-lotto_3

Dei tre elementi ricavati è in genere comune delle due coppie a lasciarsi preferire come capo gioco. Nel nostro caso i due ambi, pertanto, sarebbero stati 55-10 e 55-20 da puntare a tutte e sulle stazioni interessate dalla rilevazione iniziale, vale a dire Ruota Nazionale, Cagliari, Genova e Napoli.

Va precisato che il ciclo di gioco, essendo la puntata principale costituita da due ambi su tutte, è da intendersi al 50% del ciclo teorico di sortita di un ambo su tutte, pari a 40,5 estrazioni, e quindi, nel nostro caso, il gioco andrà seguito al limite delle 20 estrazioni.

Il problema fondamentale è invece costituito dal “quando” si debba cominciare il gioco. In questo particolarissimo caso abbiamo visto che sono usciti entrambi gli altri due elementi della quartina. Ma ciò in genere non accade. Di norma se ne rintraccia al massimo uno soltanto. Ebbene, il gioco comincerà solo quando, su una delle due ruote di rilevazione, sarà uscito il 4° elemento mancante della quartina, ovvero quando la formazione quadratica si sarà chiusa. Questa attesa si protrarrà al massimo per le 15 estrazioni successive a quella in cui è rilevata la formazione iniziale.

L’esempio che abbiamo proposto, di fatto avrebbe generato tre possibilità:

  • la prima determinata dall’ambo 84-61 sulla Ruota Nazionale e dal numero 16 sortito a Cagliari
  • la seconda determinata dall’ambo 84-61 sulla Ruota Nazionale e dal numero 39 sortito a Genova
  • la terza determinata dall’ambo 84-61 sulla Ruota Nazionale e dal numero 39 sortito a Napoli

Nel primo caso rileviamo la comparsa del numero mancante 39 tra la Ruota Nazionale e quella di Cagliari dopo 11 estrazioni in data 30 marzo 2013. Nel secondo caso troviamo il numero mancante 16 tra la Ruota Nazionale e Genova dopo 10 estrazioni in data 28 marzo (per la cronaca sorteggiato sulla Ruota Nazionale insieme al 55!). Nel terzo caso troviamo il numero mancante 16 tra la Ruota Nazionale e Napoli dopo solo 3 estrazioni in data 12 marzo.

Il gioco sarebbe, pertanto, dovuto cominciare dalla estrazione successiva a quella del 12 marzo, data in cui, per ironia della sorte, proprio su una delle ruote interessate, la ruota di Cagliari, è presente l’ambo 55-10 ovvero uno dei due che avremmo dovuto mettere in gioco. Premesso che, in simili situazioni, la prudenza consiglia di abbandonare la previsione, ed essendo questo solo un esempio utile a chiarire il procedimento, segnaliamo che, al 13° colpo, in data 11 aprile 2013, sorte ancora una volta l’ambo 55-10 ed indovinate su quale ruota ? Proprio sulla ruota di Cagliari, ovvero una delle ruote interessate dalla rilevazione della formazione.

Che sia solo un caso ? Per smentirlo categoricamente, passiamo alla successiva estrazione in cui si riscontra una conformazione utile per il gioco:

Estrazione del 9 Marzo 2013

Viene estratto sulla Ruota Nazionale l’ambo 18-40 (come 3° e 4° estratto). Scorrendo la tabella vediamo che appartiene alla quartina 18-40-63-85. Troviamo uno dei due altri elementi (quelli in rosso), in numero 85, sulla ruota di Torino in posizione isotopa (3° estratto).

Rileveremo le somme comuni con la quadratura dei 4 elementi:

quadrati-perfetti-lotto

In questo caso i due ambi sarebbero stati 58-13 e 58-26 da puntare a tutte e sulle stazioni interessate dalla rilevazione iniziale, vale a dire Ruota Nazionale e Torino.

Il 23 marzo 2013, dopo 6 estrazioni, esce su Torino il numero 63 che manca per chiudere la quartina e dalla successiva estrazione il gioco comincia.

Dopo 7 colpi, il 9 aprile 2013, esce l’ambo di incrocio 26-13 su Torino, dopo 11 colpi, il 18 aprile, esce l’ambo 58-26 su Palermo e, dulcis in fundo, dopo 17 estrazioni, in data 2 maggio 2013, esce l’ambo 58-13 proprio su una delle due ruote di rilevazione, la Ruota Nazionale !

Se due indizi fanno una prova, ebbene, quattro sono indice di “certa colpevolezza” !

Di fatti andando ad esaminare in breve i successivi due casi giocabili, in rigoroso ordine temporale, rileveremmo quanto segue:

ESTRAZIONE DEL 14 MARZO 2013

Da questa estrazione due previsioni distinte. Ecco la prima:

Palermo ambo 25-2 come 2° e 3° estratto (facente parte della quartina 25-4770-2) con 70 come 2° estratto della ruota di Cagliari. I due ambi generati sono 27-72 e 27-54. Il quarto elemento 47 esce dopo 4 estrazioni a Palermo il 23 marzo 2013. Il gioco comincia dalla successiva estrazione e vede uscire al 14° colpo, in data 26 aprile 2013, l’ambo 27-72 sulla ruota di Cagliari !

Ecco la seconda:

Venezia ambo 25-3 come 1° e 5° estratto (facente parte della quartina 3-25-4870) con 70 come 2° estratto della ruota di Cagliari. I due ambi generati sono 28-73 e 28-56. Il quarto elemento 48 esce dopo solo 2 estrazioni a Venezia il 19 marzo 2013. Il gioco comincia dalla successiva estrazione e vede uscire al 5° colpo, in data 30 marzo 2013, l’ambo 28-56 sulla ruota di Venezia (che si abbina anche al 25 ovvero uno dei due numeri dell’ambo di partenza) !

Non credo si debba aggiungere altro. Anzi, una cosa dobbiamo aggiungerla. Non perdete d’occhio la sezione delle nostre pubblicazioni dove, come strenna natalizia, troverete il fascicolo “I QUADRATI PERFETTI” nella sua versione completa con il gioco a ruote determinate per cominciare alla grande il prossimo anno !

Category: Tecniche di previsione - Lotto

Lascia una risposta