Il vincolo differenziale 90 – Terza parte

luglio 10, 2017 | 0 Commenti

Nelle prime 2 parti abbiamo riportato integralmente il testo che nel maggio del 1963 fu pubblicato da Fabarri sulla rivista guida dell’epoca “IL CALCOLO VINCITORE” ed una prima nostra variante che ne potenzia ulteriormente ed in modo significativo la resa.

La seconda nostra alternativa procedurale al procedimento ipotizzato da Fabarri e legato al vincolo differenziale 90 si basa sempre  sul requisito fondamentale di appartenenza di una coppia di numeri alla medesima figura. In questo aggiornamento il procedimento, estremamente lineare, ci permette di individuare una quartina per ambo a ruota ed a tutte, ed un’ambata e quattro ambi per le medesime. Utilizziamo, come già fatto sette giorni or sono, gli esempi utilizzati da Fabarri che, anche per questo procedimento, solo in due casi su quattro elencati dall’autore, presentano il vincolo figurale da noi imposto.

Estrazione del 5/1/1963

Genova 89-49    Milano 3-26        Distanze: 40+23+3+23 = 90

In questa formazione osserviamo la presenza dei due numeri di medesima figura che sono il 26 e l’89 entrambi appartenenti alla figura 8. Ecco la struttura:

89

dist. 40 49

dist. 4

dist. 23

3 dist. 23

26

Ora, osservando attentamente anche il “segno” delle distanze espresse, imponiamo la condizione di eguale distanza per tutti gli elementi dell’impianto, sia in verticale che in orizzontale. In pratica dovremo cercare qual è il 4° elemento, per ciascuna distanza considerata, che verifica questa condizione. Ecco visivamente i 4 sub-impianti su cui operare:

89

-40 49 89 -40 49 89 +23 ? ? +23 49

+4

+4 -23 -23 +4 +4 -23

-23

3 -40 ? ? -40 26 3 +23 26 3 +23

26

Sub-impianto 1
Sub-impianto 2
Sub-impianto 3
Sub-impianto 4

I quattro elementi cercati sono:

  1. 3+90 = 93- 40 = 53 (3-40 = 53 e 49+4 = 53)
  2. 89-23 = 66 (66-40 = 26 e 89-23 = 26)
  3. 89+23 = 112-90 = 22 (22+4 = 26 e 89+23 = 22)
  4. 49-23 = 26 (26+23 = 49 e 26-23 = 3)

I quattro numeri ottenuti 53-66-22-26 determinano, nel volgere di poche estrazioni, lo sfaldamento di almeno un ambo in quartina sulle due ruote di base o a tutte. Nel caso in esame, dopo solo due colpi, in data 19/1/1963, sorte a Napoli (tutte), l’ambo 26-66 !

Una seconda variante prevede di mettere in gioco il valore sommativo della coppia di ambi di partenza come ambata capogioco abbinandovi proprio i 4 numeri integranti. Nel nostro caso avremmo avuto:

89+49 = 138-90 = 48         3+26 = 29            48+29 = 77

Ambata 77 ed ambi secchi 77-53 / 77-66 / 77-22 / 77-26 anche a tutte. Esito: al 5° colpo ambata 77 su Genova !

Vediamo il secondo esempio riportato da Fabarri :

Estrazione del 9/3/1963

Genova 43-41    Milano 53-8        Distanze 2+45+10+33 = 90

Anche in questo caso si evidenzia una coppia in figura costituita dai numeri 53 ed 8. Inoltre, ai fini di questo procedimento, esiste un ulteriore elemento qualificante della struttura iniziale, ovvero la presenza di un ambo diametrale. Ecco l’impianto base:

43

dist. 2 41

dist. 10

dist. 33

53 dist. 45

8

Come visto in precedenza, osservando attentamente anche il “segno” delle distanze espresse, imponiamo la condizione di eguale distanza per tutti gli elementi dell’impianto, sia in verticale che in orizzontale. In pratica dovremo cercare qual è il 4° elemento, per ciascuna distanza considerata, che verifica questa condizione. Ecco visivamente i 4 sub-impianti su cui operare:

43

-2 41 43 -2 41 43 +45 ? ? +45

41

+10

+10 -33 -33 +10 +10 -33

-33

53

-2 ? ? -2 8 53 +45 8 53 +45

8

Sub-impianto 1
Sub-impianto 2
Sub-impianto 3
Sub-impianto 4

I quattro elementi cercati sono:

  1. 41+10 = 51 (53-2 = 51 e 41+10 = 51)
  2. 43-33 = 10 (8+2 = 10 e 43-33 = 10)
  3. 43+45 = 88 (43+45 = 88 e 8+90 = 98-90 = 88)
  4. 41+45 = 86 (41+45 = 86 e 53+33 = 86)

I quattro numeri ottenuti 51-10-88-86 determinarono, dopo solo 5 colpi, in data 13/4/1963, la sortita a Napoli (tutte), dell’ambo 51-86 !

La seconda variante prevedeva di mettere in gioco il valore sommativo della coppia di ambi di partenza come ambata capogioco abbinandovi proprio i 4 numeri integranti. Nel nostro caso avremmo avuto:

43+41 = 84          53+8 = 61             84+61 = 145-90 = 55

Ambata 55 ed ambi secchi 55-51 / 55-10 / 55-88 / 55-8anche a tutte. Esito: al colpo doppia ambata 55 su Genova e Milano, ed al 3° colpo, in data 30/3/1963, ambo 55-51 su Firenze (tutte) !

Resta inteso che eventuali sfaldamenti anticipati annullano la previsione e che la ulteriore presenza di elementi ordinativi per come enunciato dall’autore porta verso la quasi infallibilità di entrambe le procedure.

Category: Lotto, Tecniche di previsione - Lotto

Lascia una risposta