Il Quadrato del Maltese – Parte Quarta

dicembre 15, 2013 | 1 Commento

Quanto andremo ad illustrare costituisce il testo originario della teoria del Quadrato del Malteseche fu pubblicata nel 1929 dalla casa editrice “La Fortuna” di Napoli. Si tratta di un testo molto raro, scritto in un italiano arcaico (quasi medievaleggiante), con spunti polemici e “terminologie” particolari (gli estratti vengono chiamati “Le cinque zitelle”). Ne pubblichiamo il testo integrale a cui, ovviamente, faremo seguire delle nostre elaborazioni che ne renderanno, per chi fosse interessato ad applicarlo, più agevole l’utilizzo.

Passiamo ora ad empiere tutta la prima parte proporzionata del Quadrato, acciò resti perfezionata tutta l’armonia di questa prima parte del quadrato, e si veda ancora, come ogni numero del quadrato opera per il futuro estraendo:

il quadrato del maltese-parte4_1

La differenza del primo estratto al quinto penultimo è 83 come avete veduto, e vedete nello Specchio qui segnato. Il preciso di questo al 90 è 7. La differenza che passa da questo 83 è 14 come vedete, e questo 14 è la differenza che passa dai numeri inferiori del quadrato ai numeri superiori. Dunque si pianta il 14 come vedete in mezzo. E si dice 14 a fare 79 ci vuole 65 che si segna come vedete per primo numero inferiore del quadrato. Li primi numeri segnati sono 79 e 4 che fanno 83 differenza del primo estratto al quinto penultimo.

Gli inferiori numeri del quadrato devono sempre fare l’ istessa somma. Dunque abbiamo piantato il 65; a piantare il secondo si da così: 65 a fare 83 ci vuole 18, mentre 65 e 18 sommano 83, e si pianta il 18; poi si dice 14 differenza segnata in mezzo a fare 2 terzo numero superiore ci vuole 78 e si segna 78, oppure si dice 18 a fare 6 somma del nodo, ci vuole 78. Per mettere l’altro numero si dice 78 a fare 83 ci vuole 5 e si segna il 5; ed ecco terminata la prima parte proporzionata del Quadrato del Maltese. Acciò non si incontra difficoltà, ed affinché ognuno possa fare con franchezza il Quadrato del Maltese metto un modo facilissimo per situare i numeri inferiori del Quadrato. Abbiamo detto che la differenza dell’83 al 7 è 14, 14 al 90 è 76. Dunque per avere i numeri inferiori si situano per ordine i primi numeri del quadrato, e sotto a questi ci si mette il 76 ed il 14 e si sommano, che si hanno i numeri inferiori. Eccone l’esempio: i primi numeri del quadrato sono li seguenti:

79

4

 

2

81

76

14

 

76

14

65

18

 

78

5

Ed ecco i numeri inferiori con facilità. Così operando per tutti i quadrati, avrete sempre li numeri inferiori senza errare. Passiamo ora a fare l’altra parte del quadrato, la quale si trova sempre sproporzionata e di rado proporzionata. Questa seconda parte del quadrato viene composta dalla divisione del 7 preciso dell’83 al 90 assieme colla divisione del 90. La divisione del 7 dunque è 3-4; questi si segnano nel seguente modo che vedete e sotto ci si mette la divisione del 90 che fu 41 e 49 e si sommano:

  3 +     4 +
4 1 =   4 9 =
4 4     5 3  

E ne viene la somma 44-53 che uniti assieme fanno 7, e propriamente quel 7 preciso dell’83 al 90, e così devono farsi tutte le altre operazioni.

il quadrato del maltese-parte4_2

Questo 44 e 53 si segnano nel quadrato come vedete, poi si fa come si è fatto nella prima parte, levando al 53 due unità e resta 51, e si segna come vedete. Al 44 poi si aggiungono due unità e resta 46 che si segna come vedete, e così si deve fare in ogni quadrato.

Ciò fatto si deve cavare la differenza dal 51 al 44 come si è fatto nella prima parte con quella del 2 al 79:

il quadrato del maltese-parte4_3

Questa differenza del 51 al 44 è 83, e si segna sopra; ma non già questo 83 differenza e quell’83 differenza del primo al quinto penultimo: è un caso che s’incontra così.

Cavata la differenza 83, avvertendovi sempre a guardare e servirvi delle regole date parlando del modo di cavare la differenza, bisogna cavare la somma del nodo di mezzo, e questa somma è 14, mentre 53 e 51, numeri del nodo di mezzo, sommati assieme e toltane il 90, fanno 14 che si segna sotto come vedete:

il quadrato del maltese-parte4_4

Cavata questa somma 14 si deve cavare la differenza di questo 14, somma del nodo, alla differenza 83, questa differenza del 14 all’83 è 69 che si segna sotto al 14 come vedete. Si stia attenti alle somme e differenze mentre le somme e differenze sciolgono tutto l’intrigo:

il quadrato del maltese-parte4_5

Resta ora ad empire il Quadrato coi numeri inferiori. Il modo più facile, l’ultimo modo dato parlando dei numeri inferiori della prima parte del quadrato, dove dissi che si fosse presa la differenza che passava tra il numero 83 ed il preciso al 7, che fu 14, il preciso di questo 14 al 90 è 76, e fu preso, e situato primo il 76 e poi il 14 e furono posti sotto li numeri del quadrato segnati in primo luogo, e furono sommati, quelle somme furono, e sono li numeri inferiori del quadrato.

In questa seconda parte del quadrato, per situare i numeri inferiori, si pigli il 14 e si segni prima, e poi 76 al suo preciso al 90, e si faccia dovendo operare in altri quadrati sempre così.

Nel primo quadrato si pigli il preciso al 90 della differenza, che ne nostro caso è 76, nella seconda parte poi del quadrato si segni prima la differenza, e poi il preciso; la differenza dunque è 14 ed il suo preciso è 76.

Li numeri superiori sono 44, 53, 51 e 46. Sotto questi numeri ci si mette il 14 e 76 e su sommano e si hanno i numeri inferiori del quadrato della parte sproporzionata:

44

53

 

51

46

14

76

 

14

76

58

39

 

65

32

Ed ecco che abbiamo li numeri 58, 39, 65 e 32 e questi sono li numeri inferiori del quadrato, e si segnano come vedete, nella parte inferiore del quadrato. Ed abbiamo terminato il quadrato che si chiama Quadrato Centrale.

 

Quadrato Centrale

il quadrato del maltese-parte4_6

La prima parte del quadrato è proporzionata come dissi, la seconda parte è sproporzionata, e si conosce questa sproporzione dalla somma del nodo di mezzo. La somma del nodo di mezzo, cioè di 53 e 51 è un 14, ma deve essere 71 differenza del 6 e del 77 nel nodo di mezzo della parte proporzionata. Essendo, dunque, la somma del nodo di mezzo 14 e non già 71 è sproporzionata. Che questa somma debba essere 71 lo vedrete, e toccherete con mano, proporzionata sarà detta parte sproporzionata, e come vedrete in tutti i quadrati fatti e faciendi, non si perda di mira questa differenza 71, come non si devono perdere di mira negli altri quadrati simili differenze.

Vi avverto, e do per regola incontrastabile, che tutti quelli numeri che sono somme de li numeri cogniti, sono poi differenze degli incogniti, e questo si tenga ben in memoria. Ed infatti 71 è la differenza dei cogniti numeri del nodo di mezzo della parte proporzionata, che sono 6 e 77, e poi è certa somma infallibile del nodo di mezzo della parte sproporzionata che sarà; quelli numeri che poi sono somme dei cogniti, diventano, e sono differenze degli incogniti.

Essendo dunque questa seconda parte del quadrato sproporzionata, dovremo proporzionarla e perché la sproporzione è ne li numeri del nodo di mezzo, gli due altri a sinistra, ed a destra, dipendono dai detti due numeri del nodo di mezzo, mentre dall’una e dall’altra parte devono fare 7 preciso della differenza 83 al 90.

Pianto di nuovo il quadrato acciò si abbia davanti agli occhi per poterlo meglio capire ed operare:

Quadrato Centrale

cabala lotto-il quadrato del maltese

Category: Cabala e Metodi antichi

Commenti (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Puff69 scrive:

    Salve trovo l’argomento molto affascinante mi chiedevo se per caso voi pensate di proseguire con le spiegazioni perché ho trovato una pubblicazione di Nicola Russo che spiega come costruire gli altri quadrati ma non come fare le piante proporzionali e completare quello centrale…ho provato anche a cercare una ristampa di quel libretto ma niente da fare. Cordiali Saluti, Barbara :-)

Lascia una risposta